.

. . .

venerdì 23 agosto 2013

Il Rito Scozzese Antico ed Accettato è uno dei Sovrani Ordini Iniziatici della Massoneria





Il Rito scozzese antico ed accettato è uno dei sovrani ordini iniziatici della massoneria. Si articola in trentatré gradi, anche se di fatto non tutti i gradi vengono praticati. Come altri corpi rituali (Rito simbolico italiano, Rito di York, ecc.), costituisce un percorso di approfondimento della massoneria, al di là dei primi tre gradi, detti simbolici (apprendista, compagno, maestro). Per poter accedere al Rito scozzese occorre quindi far parte dell'ordine massonico, con il grado di maestro. In Italia esistono vari supremi consigli del Rito scozzese, associati alle varie obbedienze massoniche, ma solamente il Rito scozzese antico è accettato, aderente al Grande Oriente d'Italia e con sede a piazza Del Gesù 47 in Roma è riconosciuto a livello internazionale dal Supreme Council, Scottish Rite (Southern Jurisdiction, USA o "Mother Supreme Council of the World", ovvero Supremo consiglio madre del mondo). Alcune obbedienze massoniche (ad esempio il Grande Oriente d'Italia) ammettono vari corpi rituali, fra i quali appunto il Rito scozzese, mentre altre (ad esempio la Gran Loggia d'Italia), pur prevedendo una separazione fra ordine e rito (uniti in questo caso al vertice), ammettono solo il Rito scozzese. L'attuale sovrano gran commendatore del Rito Scozzese aderente al Grande Oriente d'Italia è Luigi Milazzi (eletto il 22 settembre 2012), mentre quello del Rito Scozzese aderente alla Gran Loggia d'Italia è Luigi Pruneti.

mercoledì 21 agosto 2013

Da Gesù e Maria Maddalena, fino ai Cavalieri Templari....












Il termine graal designa in francese antico una coppa o un piatto e probabilmente deriva dal latino medievale gradalis, con il significato di "piatto", o dal greco κρατήρ ("vaso"). In particolare secondo la tradizione medievale il Graal è la coppa contenente il sangue di Gesù Cristo utilizzata nell'Ultima Cena. Proprio per aver raccolto il sangue di Gesù, tale oggetto sarebbe dotato di misteriosi poteri mistico-magici. In altre culture si identifica il medesimo oggetto con lo stesso nome. Per esempio il Graal è associato al calderone dei Dagda, un antico talismano della civiltà celtica. Alcune tradizioni, invece, raccontano che Set, terzo figlio di Adamo ed Eva, tornò nel Paradiso Terrestre in cerca di una cura per il padre moribondo, ed ottenne da Dio una medicina capace di curare qualsiasi male, simboleggiante il fatto che Dio non ci avrebbe mai dimenticati. Altre tradizioni, ancora, affermano che il 'graal fu una pietra caduta dalla corona di Lucifero, staccatasi precisamente nello scontro fra gli angeli del bene e del male, e cadde sulla Terra.

giovedì 15 agosto 2013

Bologna - Cantante neonazi si esibisce nel parco della Resistenza, bufera sul Summer Jumboree Festival

Dionna Dal Monte, la cantante neonazi sul palco della resistenza











BOLOGNA -Marco Macciantelli, il sindaco Pd di un comune dell'hinterland Bolognese, S.Lazzaro di Savena, commentando la notizia dell'esibizione di Dionna Dal Monte, cantante rock statunitense dalle simpatie neonaziste, il 1 agosto nel Summer Rockin 2013, evento collaterale alla Fiera della città. Una notizia riportata da Radio Città Del Capo.
I concerti della rassegna si tengono, tra l'altro, in un parco dedicato alla Resistenza.

SVASTICA SUL SENO La cantante è al centro di polemiche simili perchè qualche giorno fa si è esibita sul palco del Summer Jamboree di Senigallia, nelle Marche, mostrando la svastica che ha tatuata sul seno sinistro.
Fonte: http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/cantante_neonazi_bologna_parco_resistenza_summer_jumboree/notizie/315395.shtml

Ecco il video della cantante  


Quindi cosa può significare che in questi tempi così delicati......esce anche una cantante Nazista ?
Chi segue questo sito, saprà benissimo l'importanza dei messaggi che vengono messi nella musica.

Come sempre sono graditi commenti...
Grazie per essere qui, un abbraccio...Avvocato!!!

mercoledì 14 agosto 2013

Come si diventa Massone ? La Storia della Massoneria, dall'Inziazione al Complotto Mondiale

http://www.centrosangiorgio.com/rock_satanico/articoli/immagini/gallery_chemical_wedding.jpg
La Massoneria, definita anche Arte Reale, è un’associazione iniziatica e di fratellanza a base etica e morale che si propone come patto etico-morale tra persone libere. Un patto da intendersi non come un’operatività socio-politica, ma come tensione collettiva, di tutti gli affiliati alla Massoneria, alla via di perfezionamento delle più elevate condizioni dell’umanità.

giovedì 8 agosto 2013

Il Potere dei Rothschild tramite il sistema monetario

http://www.viadicendo.it/wp-content/uploads/2013/03/I-Rothschild_logo-uff.gif 
La famiglia Rothschild (in tedesco ˈʁoːt.ʃɪlt, in francese ʁɔt.ʃild), noto come Il Casato di Rothschild, o più semplicemente come i Rothschild, è una dinastia europea, di origine tedesco-giudaiche, che istituì il sistema bancario e finanziario europeo a partire dal tardo XVIII secolo. Cinque linee del ramo austriaco della famiglia sono stati elevati alla nobiltà austriaca, avendo ricevuto baronie ereditarie dell'Impero asburgico dal Imperatore Francesco II nel 1816. Un'altra linea, del ramo inglese della famiglia, fu elevata alla nobiltà britannica su richiesta della regina Vittoria.
Nel corso del 1800, quando era al suo apice, la famiglia si ritiene abbia posseduto di gran lunga il più grande patrimonio privato del mondo, nonché di gran lunga la più grande fortuna nella storia del mondo moderno.
Oggi, i business dei Rothschild sono su scala ridotta di quanto non fossero nel corso del XIX secolo, anche se comprendono una vasta gamma di settori, tra cui: gestione dei patrimoni privati​​, consulenza finanziaria, policoltura.
Origine del nome Il primo membro della famiglia che fu noto per aver utilizzato il nome "Rothschild" fu Moses Kalman Rothschild, morto nel 1735. Il nome significa "scudo rosso" in tedesco antico. L'Ascesa della famiglia alla ribalta internazionale cominciò nel 1744, con la nascita di Mayer Amschel Rothschild a Francoforte, in Germania. Era il figlio di Amschel Moses Rothschild, (nato intorno al 1710),[7] un cambiavalute che aveva negoziato con il Principe d'Assia. Nato nel ghetto (chiamato "Judengasse" o vicolo-ebraico) di Francoforte, Mayer sviluppò un istituto finanziario e diffuse il suo impero con l'installazione di ciascuno dei suoi cinque figli nei cinque principali centri finanziari europei per condurre gli affari. Lo stemma Rothschild contiene un pugno chiuso con cinque frecce che simboleggiano le cinque dinastie stabilite dai cinque figli di Mayer Rothschild, in un riferimento al Salmo 127: "Come frecce nelle mani di un guerriero". Il motto di famiglia appare sotto lo scudo: Concordia, Integritas, Industria (Armonia, Integrità, Operosità).[8] Paul Johnson scrive "I Rothschild sono elusivi. Non c'è nessun libro su di loro che sia rivelatore e accurato. Biblioteche di sciocchezze sono state scritte su di loro... Una donna[Chi?] che intendeva scrivere un libro intitolato Bugie su i Rothschild lo abbandonò dicendo: "È stato relativamente facile individuare le bugie, ma non è stato possibile scoprire la verità". Scrive che, a differenza dei tribunali ebrei dei secoli precedenti, che avevano finanziato e gestito le casate nobili europee, ma che spesso perdevano la loro ricchezza attraverso la violenza o l'espropriazione, il nuovo tipo di banca internazionale creata dai Rothschild era impenetrabile agli attacchi locali. I loro beni furono tenuti negli atti finanziari, circolanti attraverso il mondo come azioni, obbligazioni e debiti. Le modifiche apportate dai Rothschild permisero loro di isolare la loro proprietà dalla violenza locale: "D'ora in avanti la loro ricchezza reale era al di là della portata della folla, quasi al di là della portata degli avidi monarchi."[9] Johnson ha sostenuto che la loro fortuna è stata generata nella misura più ampia da Nathan Mayer Rothschild a Londra; tuttavia la ricerca più recente di Niall Ferguson, indica che maggiori e uguali profitti sono stati realizzati anche dalle altre dinastie dei Rothschild, incluso James Mayer de Rothschild a Parigi, Carl von Rothschild e Amschel Mayer a Francoforte.[10] Un'altra parte essenziale della strategia di Mayer Rothschild per il futuro successo fu quello di mantenere il controllo delle loro banche nelle mani della famiglia, permettendo loro di mantenere la segretezza completa circa le dimensioni delle loro fortune. Intorno al 1906, la Jewish Encyclopedia notava: "La pratica avviata da Rothschild di avere più fratelli di un'impresa di istituire filiali in diversi centri finanziari è stata seguita da altri finanzieri ebrei, come i Bischoffsheims, Pereires, Seligmans, Lazards, ed altri, e questi finanzieri con la loro integrità e capacità finanziaria ottenevano credito non solo con i loro confratelli ebrei, ma con la fraternità bancaria in generale. In tal modo i finanzieri ebrei ottennero una quota crescente della finanza internazionale durante il secondo ed ultimo quarto del diciannovesimo secolo. La guida del gruppo è stata la famiglia Rothschild... ". Afferma inoltre: "Negli anni più recenti, i finanzieri non ebrei hanno imparato lo stesso metodo cosmopolita, e, nel complesso, il controllo è ora più in mano agli ebrei che in passato."  
Mayer Rothschild mantenne con successo la fortuna della famiglia, con attenti matrimoni combinati, spesso tra cugini di primo o secondo grado (simile al matrimonio tra reali). Dalla fine del XIX secolo, tuttavia, quasi tutti i Rothschild avevano cominciato a sposarsi al di fuori della famiglia, di solito nell'aristocrazia o in altre dinastie finanziarie.[12] I suoi figli furono: Amschel Mayer Rothschild (1773–1855): Francoforte, morì senza figli, passò ai figli di Salomon e Calmann Salomon Mayer Rothschild (1774–1855): Vienna Nathan Mayer Rothschild (1777–1836): Londra Calmann Mayer Rothschild (1788–1855): Napoli Jakob Mayer Rothschild (1792–1868): Parigi Il nome della famiglia tedesca "Rothschild" è pronunciato approssimativamente ROT-shillt in tedesco, non wroth(s)-child come è in inglese. In cognome "Rothschild" è comune in Germania, e la stragrande maggioranza dei portatori del nome non sono correlati a questa famiglia. Inoltre, i cognomi tedesco "Rothschild" e "Rothchild" non sono collegati al cognome protestante "Rothschild", del Regno Unito. Famiglie per paese: Rothschild di Napoli Rothschild d'Inghilterra Rothschild d'Austria Rothschild di Germania Rothschild di Francia Rothschild di Svizzera.

giovedì 11 luglio 2013

Avaaz.org è un'organizzazione non governativa internazionale con sede a New York

http://s3.amazonaws.com/avaaz_images/47_avaaz_1_460x229.jpg 
Avaaz.org è un'organizzazione non governativa internazionale istituita nel 2007 a New York che promuove attivismo su diversi problemi quali il cambiamento climatico, i diritti umani, i diritti degli animali, la corruzione, la povertà e i conflitti. La sua missione dichiarata è quella di permettere che i processi decisionali di portata globale vengano influenzati dall'opinione pubblica. L'organizzazione opera in quindici lingue diverse, e ad oggi conta, stando al sito ufficiale, oltre 21 milioni di membri iscritti in 194 paesi diversi.
Essendo una comunità on-line, i membri effettivi sono considerati gli iscritti al sito. Tutti i membri della community possono essere definti "attivi" dal momento in cui, via web, partecipano, sottoscrivono e diffondono le attività dell'associazione. L'associazione utilizza anche l'attività "concreta" di alcuni membri che agiscono nella vita reale (per esempio la consegna di petizioni direttamente ai referenti politici) e si avvale di alcuni membri stipendiati che sono direttamente assunti dalla Fondazione "Avaaz.org", con sede a New York. Il quotidiano britannico Guardian ha scritto: "Avaaz ha solo 5 anni, ma è diventata una delle più grandi e influenti reti di attivismo online".

Da chi è stata finanziata questa idea ?

"Dal 2009, Avaaz non ha più accettato donazioni da fondazioni o aziende, né ha accettato pagamenti di più di 5.000 dollari." ha riportato il Guardian. "Invece si fonda totalmente sulla generosità dei singoli membri, che hanno consentito di raccogliere oltre 20 milioni di dollari." Nel 2012 ha raggiunto 90 membri del team interno e continua a crescere.

“Avaaz” è infatti una ONG creata da Ricken Patel, personaggio politicamente ben schierato a destra che gode del sostegno finanziario del patron della multinazionale informatica “Microsoft” Bill Gates e della Fondazione Rockefeller (il cui ruolo a favore dei governi americani è ben spiegato in quest’altro articolo). Non è tutto: “Avaaz” collabora strettamente con la famosa Fondazione Soros, una struttura vicina all’attuale governo statunitense e ai suoi servizi segreti che viene utilizzata per organizzare disordini e golpi nei paesi che in qualche modo non ubbidiscono ai diktat di Washington oppure che non autorizzano le grandi aziende occidentali a entrare nel loro mercato nazionale. Non a caso la Cina, che dispone di un mercato ancora fortemente controllato dallo Stato, è una delle vittime preferite di Soros e della ONG di cui stiamo parlando. Naturalmente “Avaaz” non parla di “libertà economica mancante” ma attacca la Cina in altro modo, ad esempio strumentalizzando la questione della pena di morte o del separatismo feudale del Dalai Lama in Tibet. Secondo altre fonti dietro “Avaaz” vi sarebbero mandanti di ben più alta caratura come si evince ad esempio da Indymedia Barcellona, dalla discussione interna a PeaceLink, oppure da questo blog molto dettagliato. Proponiamo ora alcuni dei tanti esempi che rendono perlomeno poco credibile “Avaaz” per chi, come la nostra redazione, si dichiara di sinistra.


 

domenica 7 luglio 2013

Mary Ann Nichols vittima di Jack lo Squartatore

Mary Ann Nichols (Londra, 22 agosto 1845 – Londra, 31 agosto 1888) è stata una prostituta inglese, famosa per essere stata la prima delle cinque vittime accertate del serial killer Jack lo squartatore. Si prostituiva nei sobborghi di Londra, e più precisamente nel quartiere di Whitechapel. Aveva 43 anni all'epoca della sua morte, che avvenne a Buck's Row. Secondo i rapporti di Scotland Yard del tempo, era alta all'incirca un metro e sessanta, aveva capelli castani tendenti al grigio, occhi scuri o grigi, così come il colorito. Le mancavano dei denti, ma il suo viso era descritto come piccolo e delicato. Nonostante fosse alcolizzata, la sua amica ed ex-coinquilina Emily Holland la ricordò come "molto pulita e riservata".


Intorno alle 3:45 di notte del 31 agosto 1888, Charles Cross e Robert Paul scoprirono il cadavere della donna. Erano incerti sulla sua morte effettiva, poiché il corpo era ancora caldo.
I due uomini fanno accorrere sul posto l'agente Neil, che chiama il dottor Llewellyn. Quest'ultimo conferma che la morte della donna è avvenuta solo pochi minuti prima, e ritiene di non avere dubbi sul fatto che sia morta proprio lì. Il suo cadavere viene identificato prima da una collega di una casa di lavoro, e successivamente dal marito.
 
Al momento della morte, indossava:

  • cuffietta di paglia nera guarnita di velluto nero
  • soprabito rosso-mattone
  • abito marrone (è possibile che questo faccia parte della refurtiva rubata ai Cowdry, dal momento che appare nuovo)
  • stoffa per il torace di flanella bianca
  • calze di lana nera a coste
  • sottoveste di lana grigia
  • sottoveste di flanella
  • tasche di flanella
  • stivali da uomo con la punta di ferro
Inoltre, aveva con sé:

  • pettine
  • fazzoletto da tasca bianco
  • frammento di specchio

Abbiamo letto negli oggetti "cuffietta di paglia nera guarnita di velluto nero, soprabito rosso-mattone" già da qui si denotano diversi legami con il mondo Esoterico, Massonico. (Jack lo Squartatore era un Fratello di Loggia) 

Descrizione del cadavere:

 Il corpo è stato ritrovato sdraiato supino sul pavimento, in prossimità del muro. Le gonne erano sollevate quasi all'altezza dello stomaco. Da come la descrive l'agente Neil, « Polly [...] aveva il volto rivolto ad est; la sua mano sinistra toccava il cancello; la sua cuffia [...] giaceva vicino alla sua mano destra; le sue gonne erano raccolte fin sopra le ginocchia; la sua gola era tagliata profondamente; i suoi occhi erano spalancati e vitrei; i tagli della gola sanguinavano; le sue braccia erano tiepide dai gomiti in su; le mani erano aperte. Il cancello [...] conduceva in una sorta di stalle; erano chiuse. » Secondo quanto riportato dal The Times dell'epoca, « Mancavano cinque denti, e vi era una leggera lacerazione alla lingua. C'era una contusione che andava dalla parte inferiore della mascella al lato destro del viso. Quello avrebbe potuto essere causato da un pugno o dalla pressione di un pollice. C'era un livido circolare sul lato sinistro del viso che avrebbe potuto essere inflitto, anch'esso, dalla pressione delle dita. Sul lato sinistro del collo, a circa 2,5 cm al di sotto della mascella, vi era un'incisione di circa 10 cm di lunghezza, che cominciava dal punto immediatamente al di sotto dell'orecchio. Dallo stesso lato, ma due centimetri sotto [...], si riscontrava un'incisione circolare, che finiva in un punto situato all'incirca 8 cm al di sotto della mascella destra. Quella incisione recide completamente tutti i tessuti fino alle vertebre. I tagli devono essere stati causati da un coltello a lama lunga, moderatamente affilato, e impiegato con grande violenza. Non vi era traccia di sangue sul seno, né sul corpo o i vestiti. Non vi erano ingiurie nel corpo fino a quasi la parte inferiore dell'addome. A sei cm dal fianco sinistro vi era un taglio che lo attraversava in maniera frastagliata. La ferita era molto profonda, e i tessuti erano stati tagliati. Vi erano molte incisioni che attraversavano l'addome. C'erano altri tre o quattro tagli simili che andavano verso il basso, sul lato destro, tutti causati da un coltello che era stato usato violentemente e verso il basso. Le ferite andavano da sinistra a destra e si sospetta che possano essere state compiute da una persona mancina. Tutte le ferite sono state causate dallo stesso strumento. » 

Funerale:

Polly fu sepolta giovedì 6 settembre 1888 nel City of London Cemetery, in una tomba pubblica. Hanno partecipato al funerale (e ne hanno pagato le spese) il padre Edward Walker, l'ex-marito William Nichols, e il figlio maggiore Edward John Nichols. Nel 1996, il cimitero pose una placca commemorativa sulla sua tomba, dove si legge: « QUI GIACCIONO I RESTI DI MARY ANN NICHOLLS  DI 42 ANNI SEPPELLITA IL 6 SETTEMBRE 1888 VITTIMA DI "JACK LO SQUARTATORE" »

Secondo voi è un caso che questa Mary Ann, si chiama proprio come Mary Ann nel film "L'Avvocato Del Diavolo"  ???


Cosa hanno in comune queste due donne ?

http://www.casebook.org/forum/messages/4921/10036.jpgMary Ann vittima di Jack lo Squartatore 








 

Mary Ann del film "L'Avvocato Del Diavolo"









Video basato sul film di "La Vera Storia di Jack lo Squartatore"

C.I.A.D.D. NEWS